RISULTATO CLEVELAND-ATLANTA Gara 3: Finale di Est ConferenceUltima chiamata per Atlanta che deve cercare di riaprire la serie alla Quick Loans Arena di Cleveland. La squadra di Budhenolzer parte con Bazemore in quintetto al posto di Korver che starà fuori per un paio di mesi. Cleveland vuole vincere per prenotare il biglietto per le Finals del 2 giugno sapendo che mai nessuno è risucito a ribaltare una serie playoff sul 3-0 ma deve farlo ancora una volta senza Irving.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

"L'onnipotenza logora chi non ce l'ha". E' così che Federico Buffa descrive Lebron James al termine di gara 2 contro Orlando dei lontani playoff del 2009 dopo la tripla della vittoria sulla sirena. Lasciamo parlare i numeri: 46 minuti 37 punti, 18 rimbalzi e 13 assist. Dominante, anzi onnipotente. Il re di Cleveland trascina i suoi alla vittoria al supplementare per 114-111 con una prestazione storica che sa tanto di condanna per Atlanta.

Gli Hawks giocano una partita di cuore, di aggressività e di orgoglio ma alla fine devono arrendersi al supplementare allo strapotere del 23.

Parte forte Atlanta che riesce ad attuare bene il suo gioco attacando forte in transizione e costruendo ottimi tiri grazie alla perfetta circolazione di palla che eravamo abituati a vedere in Regular Season. La squadra della Georgia arriva anche sul +9 grazie ad un primo quarto maiuscola di Horford che domina in area mentre dall'altra parte Lebron parte con uno 0/9 dal campo che preoccupa non poco. A fine quarto le triple di Shumpert e Smith tengono in scia i Cavs: 24-21.

Atlanta gioca bene anche nel secondo quarto guidata da Horfod che in post basso domina Mozgov e grazie ai canestri di Carrol e Teague si riporta sul +7. Serve un viaggio in lunetta a Lebron James per mettere a referto i primi 2 punti della sua partita che da qui in poi cambia: attacca molto l'area e inizia a produrre punti per i Cavs.

La partita vive su un equilibrio sottile che viene rotto a fine quarto dall'espulsione di Horford (molto dubbia) per un Flagrant 2 su Dellavedova, colpo duro,durissimo per gli Hawks che comunque sia vanno al riposo avanti di uno: 49-48.

Con Muscala a prendere il posto di Horford rinizia la partita. Cleveland allunga grazie a Mozgov e James che grazie ad un buon utilizzo dei blocchi e ai ripetuti attacchi in isolamento del re tagliano a fette la difesa avversaria. Teague e Millsap cercano di tenere a galla gli Hawks ma con un Thompson in versione piovra umana a rimbalzo il compito sembra essere arduo: 81-76.

Ad inizio quarto Cleveland fugge sul +10 e sembra chiudere la partita e anche la serie con la tripla di Jones e i liberi di Smith. Atlanta però ha un cuore inifinito. Le penetrazioni di Teague e la concretezza di Bazemore e Millsap riportano clamorosamente avanti gli Hawks di 4 lunghezza a meno di due minuti dalla fine. Thompson e Shumpert pareggiano i conti, con addirittura l'ex Knicks che sbaglia il libero del +1. Alla fine l'ultimo possesso è per Teague che però non riesce a trovare la tripla della vittoria:104 pari

Le squadre stremate (Lebron ha addirittura i crampi) vanno ai supplementari. Atlanta segna praticamente solo dalla lunetta e i Cavs grazie ai rimbalzi offensivi (19 alla fine) riescono a portarsi sul +3 con James a 12" dalla fine. Atlanta ci prova prima con Scott ma colpisce solo il ferro, rimbalzo offensivo sempre per Scott che però sbaglia ancora.

Vince Clevaland e porta la serie sul 3-0 prenotando già il biglietto per le Finals.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.