NbaIn gara 3 delle Finals ad Est sorpresa Toronto che, tra le mura amiche dell'Air Canada Center sorprende Lebron & Co. e porta a casa il match col punteggio di 99-84, tenendo viva la sfida con i Cavaliers che si fermano a 10 partite vinte di fila nei playoff. I Raptors sfoggiano un Kyle Lowry super, ben supportato dal solito DeMar DeRozan ma, sugli  scudi, senza dubbio, ci mettiamo un esplosivo Bismarck Biyombo. Il centro congolese domina sotto i tabelloni e mette in crisi i lunghi avversari, sia in attacco che in difesa. Tra i Cavs male Kevin Love e Kyrie Irving. Si riparte tra 48 ore, ancora a Toronto.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

I Raptors che non ti aspetti ribaltano le sorti di una serie finale di Conference, a Est, che sembrava ormai, in discesa per i Cleveland Cavaliers di Lebron James.

All'Air Canada Center scende in campo una squadra totalmente rivitalizzata da coach Dwane Casey, con Kyle Lowry e Demar De Rozan che partono subito alla grande dalla lunga e dalla media distanza, portando il vantaggio sul +3 al termine del primo quarto. 

Nel secondo quarto sale in cattedra anche la difesa dei canadesi, con il centrone congolese Bismarck Byombo che non fa certo rimpiangere il titolare Valanciunas infortunato e fa incetta di stoppate e rimbalzi, dominando l'area pitturata.

Nella parte finale del primo tempo i Raptors pongono le basi per la vittoria finale, con le triple di Corey Joseph e DeMar DeRozan che portano il vantaggio a +16. I Cavs stanno a guardare, inefficaci in attacco sia Kyrie Irving che Kevin Love mentre è il solo Lebron James a tirare la carretta e a tenere a galla i suoi ma, con lo scorrere dei minuti, anche Il Prescelto si spegne.

Nella trance agonistica della gara non mancano tensioni e scontri verbali tra i due lunghi, Byiombo e Tristan Thompson con relativi falli tecnici affibiati a entrambi. Nello scontro tra i due ne fa le spese anche Lebron, il quale, toccato da una leggera gomitata di Demarre Carroll, se ne va platealmente per le terre.

Nella seconda frazione il copione non cambia, DeRozan e compagni colpiscono da tutte le posizioni, Byiombo è inarrestabile sotto le plance (26 saranno i suoi rimbalzi, alla fine del match), Lebron cerca di tenere sotto pressione gli avversari con le sue solite penetrazioni a canestro, liberando al tiro anche i compagni. J.R. Smith porta i suoi al -5 con una bomba dall'angolo ma è un fuoco di paglia, i Raptors rimettono le cose a posto e allungano ancora, complici anche le disastrose percentuali al tiro del duo Irving-Love, capaci di realizzare un pessimo 4/28 dal campo.

L'ultimo quarto riparte dal +10 Toronto con Kevin Love spettatore non pagante dalla panchina e un Bismarck Byiombo devastante in fase offensiva, ben servito sotto canestro dai compagni, oppure mettendosi in proprio, sfoggiando un gancio cielo di classe cristallina. Notevoli gli omaggi  del congolese ai miti Dikembe Mutombo e Usain Bolt, nel festeggiare, ogni volta, una propria azione conclusa con successo.

Alla fine il risultato parla chiaro, 99-84 Toronto che riesce a limitare  per la prima volta in questi playoff sotto i 100 Cleveland e che ritrova, finalmente, il vero potenziale offensivo dei suoi, assistiti da una panchina affidabile, specialmente in Joseph e Patterson che, una volta chiamati in causa, hanno saputo rispondere con efficacia e continuità di rendimento.

Ma la chiave della partita è stata, senza dubbio, la difesa. Sotto i tabelloni, principalmente, i lunghi dei Cavs hanno sofferto le pene dell'inferno perdendo nettamente la sfida ai rimbalzi.

In attacco, alla fine, il miglior marcatore risulta il Golden boy DeMar DeRozan con i suoi 32 punti, seguito, tra i suoi da Lowry con 20, bene anche Joseph che contribuisce alla causa con i suoi 14 punti, Tra i Cavs oltre ai 24 punti di Lebron, buona la prestazione anche di J.R. Smith con 22 punti.

Ora, è da chiarire se questo passo falso di Cleveland può essere considerato solamente un episodio isolato oppure un campanello di allarme di qualcosa di più serio, che possa mettere in crisi una macchina da guerra che, in regular season, ha dato prova di devastante continuità.

Per saperlo vi diamo appuntamento tra 48 ore, sempre in Canada, per gara 4.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.