rafa nadalCon un giorno di ritardo si è conlusa la finale del singolare maschile del Roland Garros 2012, iniziata ieri, ma sospesa per la pioggia che ha tormentato le gare negli ultimi giorni provocando il rinvio ad oggi; ha trionfato Rafa Nadal contro il numero uno al mondo Novak Djokovic, con il punteggio di 6-4, 6-3, 2-6, 7-5.

Rafa Nadal entra così ancora una volta nella storia: per lui si tratta del settimo successo al Roland Garros negli ultimi otto anni, nessuno ha fatto meglio di lui tra gli uomini dato che Bjorn Borg si era fermato a sei trionfi sulla terra rossa di Parigi; con sette successi al Roland Garros, il maiorchino aggancia anche la tennista Chris Evert, che sette successi li aveva ottenuti tra le donne.

La gara tra Nadal e Djokovic era iniziata ieri, ma era stata sospesa per ben due volte, la seconda decisiva intorno alle 18; lo spagnolo era partito subito fortissimo aggredendo sin dalle prime battute il rivale serbo, forte di essere sulla sua superficie preferita e di una condizione strepitosa, che gli aveva permesso di non lasciare per strada nemmeno un set.

Il primo set si era chiuso abbastanza rapidamente; Nadal infatti era andato subito avanti per 3-0, per essere poi rimontato sul 3-3 da Djokovic, quindi il break decisivo sul 4-4 e Rafa che chiudeva 6-4.

Il secondo set seguiva più o meno lo stesso copione, con il campione maiorchino avanti inizialmente per 2-0, raggiunto poi sul 2-2 e superato da Djokovic che andava avanti per 2-3, ma non riusciva a mantenere il vantaggio di fronte ad un Nadal capace di respingere ogni colpo del serbo, sia di dritto che di rovescio, fino a chiudere il set sul 6-3.

Il terzo set era decisamente più vivace, complice anche la pioggia ed il conseguente nervosismo di entrambi gli sfidanti, specie Djokovic, che, tra i fischi dei sostenitori, spagnoli, rompeva due racchette ed una panchina, chiedendo la sospensione del match, soprattutto per il terreno reso parecchio scivoloso dall'acqua.

 

La prima interruzione per pioggia è arrivata dopo circa 20 minuti dall'inizio del set, con Nadal avanti per 1-0, ma il campo non veniva nemmeno coperto e le palle, alla riprese, si gonfiavano d'acqua; Djokovic perdeva comunque il servizio al ritorno il campo, ma poi infilava una serie impressionante di 8 game consecutivi, vincendo 6-2 il terzo set e portandosi avanti 2-0 nel quarto.

Nadal a quel punto recuperava un punto portandosi sull'1-2, ma finalmente arrivava la sospensione della partita; oggi, alla ripresa, Nadal, su campo inizialmente asciutto, ha subito ripreso le redini del match, facendo correre e sudare tantissimo Djokovic.

Nonostante ciò, però, Djokovic riesce a rimanere in partita ed il quarto set va avanti colpo su colpo fino al 5-5; a questo punto torna protagonista la pioggia, con un breve scroscio intenso ma passeggero.

Infatti, si riprende dopo pochi minuti di interruzione, ma Nadal ci mette pochissimo a chiudere il match, portandosi immediatamente sul 6-5 e chiudendo poi sul 7-5 finale, dopo aver sfruttato un doppio fallo in battuta di Djokovic.

Per Nadal, che è andato a festeggiare in tribuna con il suo team e anche con il grande amico Pau Gasol, è la diciannovesima vittoria su 33 incontri contro Djokovic, e il 52esimo successo in 53 partite al Roland Garros: semplicemente impressionante.

A Djokovic non riesce l'impresa di vincere i quattro tornei dello Slam consecutivamente, e dovrà aspettare ancora per completare il Grande Slam, poichè qui a Parigi non ha ancora vinto (era la sua prima finale), ma con un Nadal ci sarà da sudare.

Written by Luca Petrella modificated by Manager_Igor Scarabel

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.