Delusione Schiavone a WimbledonA Wimbledon 2010 si osserva la tradizionale domenica di riposo in attesa degli ottavi di finale e per i colori azzurri è già tempo di bilanci.

Un bilancio purtoppo assolutamente negativo visto che nessuno dei nostri rappresentanti è riuscito a raggiungere il quarto turno.

In campo maschile, onestamente, non ci aspettavamo molto dai vari Andreas Seppi, Potito Starace e Fabio Fognini che da sempre preferiscono la terra rossa ai prati.

Bravo comunque Fabio Fognini a lottare e rimanere in corsa fino al terzo turno , anche se resta un po' di rammarico per la sconfitta con un avversario non trascendentale come Julien Benneteau.

Anche Seppi avrebbe potuto fare molto di più contro il tedesco Kamke ma purtroppo Andreas sta vivendo un'annata a dir poco negativa ed è difficile inventarsi grandi numeri in un torneo del grande Slam.

Grande delusione, invece, per quel che concerne le ragazze.

Da Francesca Schiavone, sinceramente, non ci aspettavamo molto, anche se dopo aver visto il tabellone per un attimo ci eravamo illusi.

La recente vincitrice del Roland Garros 2010 è giunta qui a Wimbledon 2010 completamente scarica sia dal punto di vista fisico sia da quello mentale.

Sconfitta inevitabile quindi per lei al primo turno con la speranza che ora Francesca Schiavone possa ritrovare le energie lasciate a Parigi per puntare ad un'ottima stagione sul cemento americano.

Diverso il discorso per Flavia Pennetta che merita una sonora bocciatura.

Arrivare al terzo turno di Wimbledon è risultato onesto per la numero 11 del mondo ma se sulla tua strada trovi una giocatrice a te nettamente inferiore come la ceca Klara Zakopalova è lecito attendersi qualcosa in più che la miseria di 5 giochi.

Flavia Pennetta, infatti, nella sconfitta contro la ceca è sembrata totalmente fuori dal match, incapace di reagire e vittima dei suoi stessi errori. Ennesima prova di maturità sprecata per una tennista che avrebbe dovuto raccogliere molto di più nei tornei dello Slam.

Si fermano anche le altre azzurre che non riescono a sovvertire il pronostico che le dava perdenti contro avversarie dalla migliore classifica. Nulla da fare per la solita lottatrice Sara Errani che si ferma al terzo turno mentre al secondo erano giù uscite Roberta Vinci (troppo potente la russa Pavlyuchenkova per lei) e Romina Oprandi che, dopo averci regalato sprazzi di classe nel primo turno, nulla ha potuto contro la rumeno Dulgheru e soprattutto contro la bronchite.

Wimbledon 2010 per l'Italia è già terminato, non ci resta che osservare gli altri e sperare di riuscire ad avere nelle prossime stagioni dei protagonisti in grado di ben figurare anche sui prati inglesi.

Written by Massimiliano Trevisan...published by Manager_Alessandro Bechis

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.