Logo Giochi Olimpici di Londra 2012  I Giochi Olimpici di Londra 2012 sono ormai alle porte e i pensieri degli atleti, oltre al fattore strettamente agonistico delle gare, sono rivolti anche al problema del doping: alcune discipline, come in particolare l'atletica leggera, il ciclismo, il sollevamento pesi o il nuoto, incluse nel programma olimpico presentano rischi maggiori e l'impegno da parte del Comitato Olimpico Internazionale cercherà di scongiurare qualsiasi forma di irregolarità sportiva.

Il cosiddetto "passaporto biologico" sarà la vera arma segreta a disposizione del laboratorio antidoping, mediante il quale il CIO cercherà di vincere la battaglia personale contro questa piaga antisportiva: Harlow sarà il quartier generale dei controlli e il personale predisposto agli esami clinici sarà formato da 180 addetti ai lavori (fra cui 17 di nazionalità italiana) per un totale di circa 6500 test che verranno condotti sia durante i Giochi Olimpici di Londra 2012, sia durante le successive Paralimpiadi.

Il passaporto biologico consentirà di tener d'occhio costantemente l'atleta per un periodo di tempo piuttosto ampio (si parla anche di un anno e mezzo-due anni), così da rendere la vita veramente difficile a chi avesse intenzione di ingannare l'Organizzazione olimpica: si tratterà di un'enorme banca dati, dove verranno registrati i dati relativi ai prelievi del sangue di ciascun atleta che verranno effettuati nell'arco di tempo prestabilito.

E' ovvio che dei valori sballati da prelievo a prelievo costituirebbero motivo di sospetto che potrebbero far scattare un allarme doping.

 

L'atletica leggera è uno degli sport che, da sempre, registra numerosi casi di atleti dopati: perdipiù i frequenti cambi di nazionalità e di residenza complicherebbero non poco le operazioni di raccolta dati ostacolando l'operato del Comitato Olimpico Internazionale: le discipline di velocità (100 e 200 metri) o i concorsi come il lancio del peso costituiscono le gare maggiormente a rischio doping.

Auguriamoci, comunque, di poter assistere ad un'edizione dei Giochi Olimpici di Londra 2012 in cui lo sport possa esaltare unicamente gli atleti più bravi e leali, non certo quelli che ricorrono ad ignobili scorrettezze.

Written by Pier Luigi Crivelli modificated by Admingat

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment