[parte 3 di 5] ANALISI DELLA CLASSIFICA di SERIE A 2013/2014 - 17ª GIORNATAAl termine della diciassettesima giornata - la lotta al vertice sembra ridotta a sole due squadre: Juventus e Roma - che si affronteranno nel prossimo turno. Avvincente la sfida per il terzo posto - nella quale è stato risucchiato il Napoli, che se la dovrà vedere con Fiorentina e Inter. Nuove certezze nella parte centrale della classifica - sia in positivo (Hellas Verona e Torino) sia in negativo (Lazio e Milan). In fondo continua alternanza di squadre sull'orlo del baratro della retrocessione: merito del campionato a tre punti. Destino che sembra segnato per il Catania - soprattutto per situazione societaria che non lascia spiragli alla speranza.

Noi di We-News analizziamo la classifica dando i voti alle squadre fino a questo momento della Serie A: ecco a voi la terza di cinque parti - le posizioni dalla 9 alla 12.

 

9. Il Genoa (20 p; 5 v; 5 n; 7 p; 17 gf; 20 gs) perde uno scontro diretto a Bologna 1-0, scende così dall'ottavo al decimo posto e viene raggiunto da ben tre squadre (Parma, Cagliari e Udinese). Fortunatamente per i genoani, però, le contemporanee sconfitte di Sassuolo (-6), Livorno (-7) e Catania (-10) tengono ancora sufficientemente lontana la zona retrocessione.

VOTO 6: Non molto da dire riguardo la squadra genovese che sta facendo ciò per cui è stata costruita, ma che prima del ritorno di Gasperini non riusciva ad ottenere. Una serie di risultati positivi, seguiti da una naturale alternanza con alcune sconfitte, la pone in quella metà classifica che non farà certo sognare, ma fa dormire sonni tranquilli.

 

10. La Lazio (20 p; 5 v; 5 n; 7 p; 22 gf; 26 gs) perde sonoramente a Verona per 4-1 e si conferma una delle peggiori squadre in trasferta con 0 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte in 9 partite giocate lontano da Roma. Come per il Genoa, anche per i laziali sono provvidenziali le sconfitte delle ultime tre (Sassuolo (-6), Livorno (-7) e Catania (-10)) che restano così, per il momento, a debita distanza. Si allontanano, al contrario, il Torino (+5), il Verona (+9) e soprattutto l'Inter (+11) e la Fiorentina (+13) e con loro la zona Europa.

VOTO 4: Una squadra costruita forse solo per celebrare una vittoria in coppa non poteva durare molto e infatti i problemi sono stati chiari fin da subito. Troppo sopravvallutata la compagine di Lotito con solo due, tre individualità che hanno retto per gli anni in cui si sono sentiti coinvolti nel progetto, ma che ora, con la valigia in mano, non hanno più nulla da dare alla causa. Il vero problema però non sarà di natura tecnico-tattica, ma di testa. Riusciranno i giocatori laziali a mantenersi lucidi per sopravvivere alla bagarre salvezza, quando si dovranno affrontare realtà che da sempre lottano per questi traguardi e che non hanno nemmeno obblighi infrasettimanali?

11. L'Udinese (20 p; 6 v; 2 n; 9 p; 17 gf; 22 gs) vittoriosa a Livorno per 1-2, è una delle tre squadre, insieme a Juventus (+16) e Fiorentina (+13), ad ottenere una vittoria in trasferta in questo ultimo turno del 2013. Questo importante risultato, oltre a tenere a distanza il Livorno (-6), le permette di raggiungere in un solo colpo Cagliari, Lazio e Genoa a quota 20 e di superare il Milan (-1) e l'Atalanta (-2). Tutte squadre che nel precedente turno le erano davanti.

VOTO 5: Un sorta di voto di “rammarico” nel non vedere una realtà consolidata del nostro campionato riuscire, nel corso degli anni, a fare quel salto di obiettivi che il coraggioso lavoro di una società modello e la pazienza di un ambiente come quello friulano meriterebbero. L'Udinese è una di quelle squadre che dovrebbero lottare per un posto in Europa, al momento improbabile. Ma non è detto che Guidolin e i suoi ragazzi non ci regalino uno di quei finali sprint che li hanno caratterizzati nelle ultime stagioni.

 

12. Il Cagliari (20 p; 4 v; 8 n; 5 p; 18 gf; 24 gs) strappa lottando e sudando un importantissimo pareggio per 1-1 al Napoli (+16) e ottiene quel punto che le consente di staccare il Milan (-1) e di raggiungere Genoa e Lazio, insieme al Parma e L'Udinese a quota 20 punti. Unica altra squadra insieme a Lazio e Catania (-10) a non aver ancora ottenuto alcun successo fuori casa (0 v, 4 n, 4 s), in casa si comporta decisamente meglio avendo ottenuto ben 16 punti frutto di 4 vittorie, 4 pareggi e di una sola sconfitta.

VOTO 6: Un sei d'incoraggiamento per l'unica rappresentante del calcio sardo nella massima serie che, dalle beghe stadio che l'hanno vista peregrinare da un campo all'altro, fino ad arrivare all'arresto del presidente Cellino in seguito ad indagini proprio riguardanti la questione stadio, viene distratta da ormai due anni da vicende extracalcistiche. Anche quest'anno, comunque, la squadra di Lopez sta facendo il suo, ma risuonano inquitanti le parole di un mai così deluso Cellino che ha recentemente dichiarato di voler cedere tutti i giocatori perché stufo proprio della situazione stadio.

 

 

Qui la prima parte - posizioni dalla 1 alla 4: [parte 1 di 5] ANALISI DELLA CLASSIFICA di SERIE A 2013/2014 - 17ª GIORNATA.

Qui la seconda parte - posizioni dalla 5 alla 8: [parte 2 di 5] ANALISI DELLA CLASSIFICA di SERIE A 2013/2014 - 17ª GIORNATA.

Qui la quarta parte - posizioni dalla 13 alla 16: [parte 4 di 5] ANALISI DELLA CLASSIFICA di SERIE A 2013/2014 - 17ª GIORNATA.

Qui la quinta parte - posizioni dalla 17 alla 20: [parte 5 di 5] ANALISI DELLA CLASSIFICA di SERIE A 2013/2014 - 17ª GIORNATA.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment