Ufficiale Niang al Torino dopo i 10 giorni di certificato medico
Ufficiale Niang al Torino dopo i 10 giorni di certificato medico. 

Dal Torino al Torino. I tifosi del Milan avevano "rotto" psicologicamente con M'baye Niang nel Gennaio di quest'anno quando, subentrato nel finale di gara, aveva corso lentamente, quasi disinteressandosi, verso una palla che poteva anche consentire al Milan di schiodare quel risultato di 2-2 con il quale è poi terminata effettivamente la gara. Andato in prestito al Watford, aveva indotto il Club inglese a riscattarlo per 18 milioni di euro. Ma lui non voleva più restare nel Club caro a Elton John ed è tornato alla base. Ma i tifosi rossoneri non lo volevano più, lo hanno bersagliato sui social e gli hanno dedicato anche uno striscione a San Siro: "Vattene!". E' andata così...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Il Milan è riuscito a cedere per 20 milioni di euro M'baye Niang al Milan e i tifosi rossoneri stanno ringraziando Sinisa Mihajlovic per averlo voluto a tutti i costi, è il caso di dirlo, al Torino.

Prestito oneroso, obbligo di riscatto e bonus: è stata strutturata così l'operazione di passaggio dell'attaccante francese da Milanello al centro Sisport.

Questo il comunicato ufficiale del Torino: "Il Torino Football Club è lieto di comunicare di aver acquisito dal Milan, a titolo temporaneo con obbligo di riscatto, il calciatore M'Baye Niang".

Queste invece le prime parole del giocatore: "Sono contento di essere un calciatore del Torino, si è realizzato ciò che io speravo, ringrazio tutti per questo. Ho voluto fortemente venire qui perché sento la fiducia di tutti, e questo è molto importante. Poi non è un segreto, con Mihajlovic c’è un rapporto eccezionale. Mi aspetto di fare bene in campionato e in coppa Italia, l’obiettivo è quello di arrivare il più in alto possibile con questa maglia".

Eppure Mihajlovic era stato esonerato dal Milan anche per "colpa" di Niang...

A Febbraio 2016, il Milan allenato da Sinisa stava andando bene e stava raggiungendo l'Europa League, ma l'incidente stradale post Milan-Torino (!) del giocatore aveva tolto alla squadra l'anello decisivo su cui si reggeva il 4-4-2 rossonero di quella stagione.

Su tutti i social, stanno impazzando le foto di caroselli, festeggiamenti e assembramenti di tifosi rossoneri sotto la scritta dell'ufficializzazione di Niang al Torino.

Il giocatore era ormai entrato in urto con la tifoseria e a questo si riferisce lui, nelle sue prime parole da giocatore granata, quando parla di "fiducia"...

M'baye Niang è sempre stato un po' indigesto per gli allenatori del Milan...tant'è che, per averlo schierato nella partita decisiva per il raggiungimento del terzo posto in classifica da parte del Milan a Siena nel Maggio 2013, lo stesso Massimiliano Allegri rischiò nei giorni successivi l'esonero da parte di Silvio Berlusconi.

Il trasferimento con obbligo di riscatto al Torino chiude l'avventura di Niang al Milan, iniziata nell'Agosto 2012, con la mediazione del procuratore Oscar Damiani.

I suoi in rossonero sono stati anni di alti e bassi, anche perchè lui è arrivato a Milano ancora 17enne e ha compiuto 18 anni nel Dicembre 2012 dopo un gol  segnato alla Reggina in Coppa Italia.

In periodi diversi fra loro, Niang è andato in prestito prima al Montpellier, poi al Genoa e quindi al Watford: al Genoa era stato rilanciato e Mihajlovic lo aveva utilizzato molto fino all'incidente stradale, ma il tuffo in piscina dal tetto di una villa dell'estate 2016 e le successive scelte tecniche di Montella, che pure aveva puntato molto a sua volta su di lui, lo hanno allontanato definitivamente da Casa Milan.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Fonte interna www.we-news.com.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment