Roma da brividi, il Colosseo sfregiato dopo il derby
Roma da brividi, il Colosseo sfregiato dopo il derby

Guardiamo  un attimo il calcio degli ultimi giorni: Strootman inganna pubblico, arbitro e avversari simulando un rigore che non c'è; Muntari difende il colore della sua pelle e viene prima squalificato, poi faticosamente riabilitato. I giocatori che perdono un derby finiscono impiccati come manichini al pubblico ludibrio a Roma. Ma che calcio è? Ma è ancora calcio?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Attenzione, non è populismo e nemmeno demagogia. Il calcio ha tenuto duro rispetto a fenomeni devastanti e non finirà mai, ma quello cui stiamo assistendo negli ultimi giorni e nelle ultime settimane rischia di togliere credibilità e valore a questo sport.

L'episodio più grave resta quello dei "manichini impiccati", e in questo caso non è solo il gesto a far riflettere.

Ad appendere al Colosseo, nel centro della città eterna, sotto gli occhi di tutto il mondo, le maglie e i pupazzi dei giocatori della Roma sconfitti dalla Lazio nel derby, sono stati i tifosi Ultras della Lazio che parlano di "goliardata", di semplice "sfottò".

Spiegazione perfettamente comprensibile in calcio, di cui fanno parte a tutti gli effetti anche gli ultrà, che ha perso la misura.

Ma quello che ha stupito tutti, e anche Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori da sempre in trincea su questi temi, è il tutto sommato tenue comunicato della Società Sportiva Lazio che ha preso le distanze dall'episodio, ma non troppo, senza una convinzione totale e assoluta come traspare dalle righe del comunicato stesso.

Tutto questo è accaduto, poche ore prima che avvenisse una cosa invocata da tutto il mondo e anche dall'ONU: la rimozione della squalifica di Muntari.

Uno o dieci o cento o mille che fossero a farlo, Sulley Muntari in Cagliari-Pescara era stato insultato per il colore della propria pelle e la giustizia sportiva era riuscita a squalificarlo.

Meno male, almeno questo: il turno di stop a Muntari è stato tolto.

il calcio deve tornare ad essere quello del campo, delle partite, delle vittorie, dei confronti anche storici come quello in corso fra Inter e Juventus.

Peccato invece che un derby come quello del 30 Aprile, vinto 3-1 in maniera ineccepibile dalla Lazio, sia destinato a passare alla storia come il derby macabro dei manichini. 

Quasi che anche i vincitori non riescano ad elevarsi oltre il livello dei vinti.

Perchè la Roma quel derby lo ha perso non soltanto nel risultato, ma anche nel comportamento.

L'olandese Strootman è caduto in area di rigore senza che nessuno lo avesse colpito e con il suo comportamento ingannevole ha ottenuto un calcio di rigore che avrebbe potuto, dolosamente, cambiare l'esito e il corso della partita e comunque per alcuni minuti, fino al 2-1 laziale di Basta, lo ha fatto.

La simulazione non è etica, è una cosa brutta, in quell'attimo la buona fede dei tifosi subisce un furto ed è un peccato che la AS Roma abbia fatto ricorso, perchè la simulazione non va tutelata o difesa ma condannata anche e soprattutto da parte degli stessi Club.

Tutta la cura con con cui Francesco Totti aveva preparato il derby è finita dispersa nei rivoli di questi episodi.

Tutto questo basta e avanza, ma se pensiamo che a Genova c'è una società, il Genoa, che ha deciso di non far vedere le famiglie ai propri giocatori, in ritiro permanente, fino a che non sarà conquistata la salvezza in Serie A, capiamo che siamo ben oltre, ma molto oltre, il senso dell'equilibrio e della misura.

Lo stesso mercato di cifre pazzesche attorno ad un 18enne come Gianluigi Donnaromma non depone a favore.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Il limite oltrepassato in una città senza difesa, Gazzetta.it, 5 Maggio 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment