Pioli esonerato: Inter, perchè? Ma era proprio il caso?
Esonero Pioli Inter. 

Mentre la Juventus festeggia la qualificazione alla Finale di Champions League, l'Inter si straccia le vesti. Stefano Pioli esonerato, quando ormai non conta più, a stagione compromessa. Stefano Pioli, esonerato di sera, a pagine dei giornali aperte solo per la Juventus. Perchè? Ma soprattutto perchè in quel modo?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Qualcuno ha provato a sostenere che si sia trattato di un intervento dei giocatori, Mauro Icardi in testa, che non riuscivano più ad avere un rapporto con l'allenatore.

Altri ritengono che sia stato lo stesso Stefano Pioli a sollecitare l'intervento del Club, visto che i giocatori non lo seguivano più.

Certamente discutibili i tempi: il comunicato di addio a Pioli arriva proprio sui titoli di coda della Juventus che va in Finale di Champions e lancia ufficialmente la sfida al Triplete interista.

Poi tutte le altre ipotesi: è stato un intervento dall'alto, lo scatto d'ira di Zhang Jindong il proprietario non più disposto a tollerare una situazione del genere in totale caduta libera da parte dell'Inter.

Non manca chi sostiene che l'esonero del tecnico ex laziale sia dovuto ad una sorta di punizione inflitta dall'Inter, dopo aver scoperto un accordo dello stesso Pioli con la Fiorentina per la panchina viola della prossima stagione.

Quest'ultima ipotesi però viene sostanzialmente sconfessata dalla seconda notizia, successiva a quella dell'addio a Pioli, ovvero Walter Sabatini.

Proprio così, l'Inter sta vivendo una sorta di riassetto, con Walter Sabatini che sta per insediarsi nel ruolo di responsabile dell'area tecnica e del mercato di tutte le squadre calcistiche di Suning, evidentemente Inter compresa.

In attesa di definire il ruolo di Piero Ausilio, l'Inter prova adesso a chiudere dignitosamente questa stagione e a rilanciarsi per la prossima.

Una stagione difficile, scrive l'Inter nel suo comunicato:  proprio così, tanto che vale la pena ricordare tutte le vicissitudini stagionali.

La squadra nerazzurra ha iniziato la preparazione estiva con Roberto Mancini, poco entusiasta e poco coinvolto, quindi al suo posto ad Agosto arriva Frank De Boer.

A Novembre il tecnico olandese è logoro e superato, per cui dopo due partite con Stefano Vecchi in panchina è nata la gestione tecnica di Stefano Pioli.

Tutto bene, tutto giusto, l'Inter a metà Marzo era ancora in corsa per il terzo posto e per la qualificazione ai preliminari di Champions League: ma da quel momento la corsa a rotta di collo verso il precipizio con i pareggi con Torino e Milan.

Tutto attorno solo sconfitte: contro Sampdoria e Napoli a San Siro, contro Crotone, Fiorentina (e già quella sera Pioli voleva salutare tutti) e Genoa in trasferta.

Il rischio vero è che adesso la squadra nerazzurra non disputi nessuna coppa internazionale nella prossima stagione.

Nel bailamme delle panchine e dei cambi di allenatore c'è spazio anche per i due mercati fatti con filosofie e strategie diverse.

Nell'estate 2016 erano state predominanti le scelte dell'advisor di Suning, ovvero l'agente Kia Joorabchian che aveva voluto fortemente sia Joao Mario che Gabigol.

Poi fra autunno e inverno è cresciuta in autorevolezza l'impostazione italiana, sia con l'arrivo dello stesso Pioli, e non di Marcelino per il quale spingeva Kia, in panchina, sia per l'operazione di mercato che ha portato Gagliardini ad Appiano Gentile.

Troppe incomprensioni, troppe scelte a zig-zag, poca struttura e poca coesione. Paga Pioli, ma lui è stato l'ultimo dei colpevoli.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Inter, Pioli esonerato al suo posto Vecchi, Gazzetta.it, 10 Maggio 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).