Napoli e Sarri, un terzo posto con vista SCUDETTO?
Record di punti e 4 gol alla Fiorentina, grande calcio Napoli. 

Adesso la palla passa a De Laurentiis. Perchè Mertens rinnova e poi abbraccia i compagni, come a dire promessa mantenuta? Perchè la Curva del San Paolo invece di applaudire e cantare e basta, manda in scena una coreografia che chiede sforzi Scudetto? E' in arrivo una estate calda per il presidente del Napoli. La sua squadra gioca un grande calcio, i campioni restano, il pubblico c'è. Quindi? Bisogna fare una campagna acquisti di rafforzamento, senza cedere il pezzo migliore. Senza cedere il Cavani o l'Higuain di turno. Ce la farà ADL?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Non bisogna mai accontentarsi nel calcio, ma 83 punti sono tanti e soprattutto, a Napoli, anche se alle spalle della Juventus, sono un record. 

Il Napoli meriterebbe una maglia ciclamino, come nel Giro d'Italia: anche nel "Giro" del calcio non deve esserci solo una maglia rosa.

C'è chi vince e alza il trofeo, ma c'è anche chi gioca molto bene, chi pratica un calcio che nessuno riesce a far vedere negli stadi italiani.

Magra consolazione?

Forse, ma quando gioca il  Napoli, vinca, pareggi o perda, tutti sgranano gli occhi: calcio superiore, altra storia, altra qualità, sono i luoghi comuni più abusati.

Altro lavoro, altro impegno, è più semplicemente questa la verità.

Maurizio Sarri, altro che le critiche immeritate del suo presidente, ha costruito un grande ingranaggio tecnico, tattico e umano.

I giocatori ci stanno volentieri nello spogliatoio del toscano che è ruvido, che è aspro, ma giusto ed equo: altrimenti Dries Mertens non avrebbe fatto il patto con il resto dello spogliatoio, per rimanere.

Per rimanere a fare che? Questa squadra è convinta, a torto o a ragione, che stando uniti e facendo sforzi a livello di mercato, lo Scudetto la prossima stagione possa arrivare.

E' proprio lo Scudetto che i tifosi del Napoli hanno chiesto alla Società, al termine dell'ultima partita casalinga vinta 4-1 contro la Fiorentina.

Una partita che non è servita a superare la Roma vincitrice nel pomeriggio sul campo del Chievo, ma che è stata comunque una occasione per riconciliarsi con il calcio, con i gol, con l'entusiasmo della gente.

E De Laurentiis?

Espressione indecifrabile in tribuna d'0nore, ma adesso in realtà tocca a lui.

La tifoseria napoletana è con Sarri, di recente Higuain lo ha sfidato apertamente: sono andato via per colpa tua e sarebbe quindi per "colpa" di ADL se nell'ultima giornata di Campionato lato San Paolo, il Pipita non era con i suoi compagni di squadra a saltellare con i tifosi ritmando la notissima canzone "Un giorno all'Improvviso".

Il Napoli sarà da Scudetto, se sul mercato De Laurentiis riuscirà a fare lo sforzo di ascoltare di più Sarri e di potenziare senza vendere.

Il Napoli deve tenere Ghoulam, Mertens, Hamsik, Insigne e tutti gli altri e poi andare all'assalto del mercato.

Quest'anno la squadra partenopea è stata battuta in Campionato dalla Juventus e in Champions League dal Real Madrid, proprio le squadre che si sfideranno nella Finale di Cardiff.

Già Cardiff, il Napoli sarà proprio, visti i precedenti stagionali, una Finalista "Ombra".

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Il  saluto del Napoli al San Paolo, vesuviolive.it.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment