Un anno in tribuna al Milan per Donnarumma?
Un anno in tribuna al Milan per Donnarumma? 

Vincenzo Montella quando aveva definito sorridendo "un bambino" Gianluigi Donnarumma, sapeva benissimo a cosa si stesse riferendo. La domanda era se il tecnico fosse d'accordo sulla fascia di capitano al suo giovanissimo portiere e in molti avevano trovato troppo "forte" il termine utilizzato dal tecnico. Ma la società Milan, la nuova dirigenza Fassone-Mirabelli, aveva subito fatto trapelare di essere d'accordo con Montella. Un mese e mezzo dopo capiamo, "sei un bambino", aveva detto Montella con chiaro riferimento al fatto che Gigio non deve trasformare il suo rinnovo contrattuale in un ricatto di Mino Raiola contro il Milan. Dal ricatto allo scontro, il passo è breve. E adesso?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, lo ha prospettato come eventuale provvedimento, a margine dell'incontro con i giornalisti per la presentazione del nuovo allenatore della Primavera rossonera, Rino Gattuso, la gloria tornata a casa.

Suona più o meno così:

"Se non si dovesse arrivare ad un rinnovo contrattuale, Donnarumma potrebbe anche accomodarsi in panchina o in tribuna per tutta la prossima stagione".

La settimana era iniziata proprio così, con Vincenzo Montella che a margine del Premio Gentleman 2017 aveva sibilato:

"Gigio deve decidere cosa fare da grande".

Emerge in tutto questo scenario un Milan molto compatto, con la nuova proprietà che preferirebbe non vedere Donnarumma in campo piuttosto che cederlo subito come vorrebbe il suo procuratore Mino Raiola.

Un Milan compatto fra dirigenza e allenatore, ma compatto anche fra dirigenza e tifosi, visto che i sostenitori rossoneri già da tempo hanno evidenziato segni di impazienza e di insofferenza sia rispetto ai silenzi del loro giovane idolo che alla spregiudicatezza di Raiola.

E' un passaggio molto forte, questo, sulla strada della costruzione del nuovo Milan e sui temi forti si costruiscono le posizioni giornalistiche e le opinioni.

C'è già chi sostiene tutto questo sui blog:

"Gigio è forte ma attenzione a sopravvalutarlo. Tutti oggi devono sostenere il nuovo Milan nella scelta di andare allo scontro con Raiola e Donnarumma.

Perché non esiste che una dirigenza (incolpevole avendo ereditato una vicenda quasi irrisolvibile) debba restare sotto scacco rischiando di perdere faccia e soldi per favorire un ragazzino di 18 anni e il suo famelico agente.

Ha ragione Fassone. Se vince questa partita si prende definitivamente il Milan e rompe col passato.".

Altri giornalisti sono convinti che, tenendo il punto, sia inevitabile per il Milan cedere Donnarumma.

Il Club rossonero non vuole fare una guerra privata e personale, ma certamente identificarsi e stabilire delle regole sia per oggi che per il futuro.

La nuova dirigenza del Milan crede dell'etica del denaro, soprattutto se si ha 18 anni, e se è vero che non può presentarsi al via di una nuova gestione con la cessione di Donnarumma, è altrettanto vero che per ottenere un grande risultato come il rinnovo di Gigio non può sbracare rispetto ai ricatti e alle diffidenze dell'entourage di Raiola.

Nel mezzo, lui Donnarumma, un ragazzo adorabile sostenuto da una bellissima famiglia.

Al punto in cui si è arrivati non si scappa, è proprio come pensava il Milan: tocca a Gigio, tocca a mamma e papà Donnarumma prendere il coraggio a due mani e fare la scelta più giusta, l'unica possibile a 18 anni, restare nella casa calcistica che ha cresciuto il ragazzo e che lo ha amato fin dall'esordio.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Milan se Donnarumma non rinnova resta fermo, gazzetta.it, 27 Maggio 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment