N'Koulou al Torino: e si scatena il finimondo sui social
N'Koulou al Torino: e si scatena il finimondo sui social. 

Lui è un buon difensore che merita il massimo del rispetto. Il Torino dal canto suo ha messo a segno una operazione di calciomercato sensata e mirata. Questo a scanso di equivoci e per sgomberare il campo da considerazioni irrispettose. Ma poi lo sapete com'è l'Italia, no? Il pallone non è soltanto qualcosa di sensato e di razionale. C'è il sale del calcio, lo sfottò sempre e comunque, al di là di ogni ragionevole considerazione. E se il buon Nicolas N'Koulou va al Torino, i tifosi non ce la fanno. Le tastiere sono percorse da un fremito. I social impazziscono e il florilegio di battute alla Strunz e alla Kakà non finisce mai.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Ebbene sì, è partita lei, Nina Moric: "Il Torino ha preso N’Koulou. Io l’ho sempre saputo, anche prima del comunicato ufficiale".

Come sempre in questi casi ci sono i commenti graffianti, ma anche quelli grevi e inopportuni e come si dice in questi casi "giudicate voi".

Molti dicono che tutto sia partito dal Televideo RAI, "Torino, preso N'Koulou dal Lione" il titolo della notizia sul mezzo telematico, ma è molto probabile che sia irrilevante, l'onda d'urto del florilegio sarebbe partita sempre e comunque.

Anche il giornalista Ivan Zazzaroni ha riportato la foto della notizia del Televideo sul proprio profilo twitter, chiosando: "Quel momento in cui ti domandi: lo scrivo o lo evito?".

Il peso specifico dei cognomi è storia vecchia nel calcio scritto e parlato, non solo italiano, come conferma la presenza del forte giocatore Thomas Strunz nel Bayern Monaco, amplificata da una mitica arrabbiatura di Giovanni Trapattoni: avrebbe mai potuto giocare in Italia?

Anche quando arrivò il grande Kakà, al Milan ci fu chi, Luciano Moggi all'epoca ds Juventus, disse: "Con quel cognome, non avrei mai potuto prenderlo..."

Soprattutto Kakà ma anche Strunz sono stati bravi nel passare alla storia ben al di là della strumentalizzazione del proprio cognome a mo' di sfottò: adesso tocca al 27enne difensore del Toro, camerunese e già seguito in passato da squadre italiane, come Milan e Napoli.

Lo stesso Cristiano Militello, inviato sportivo di Striscia La Notizia, non sè l'è fatta sfuggire: "Sarà un anno durissimo per giornalisti e telecronisti".

Su twitter se ne leggono molte altre: "Ma come si legge N'Koulou? Spero proprio non in quel modo".

O ancora: "Fate pure gli spiritosi su #Nkoulou. Se poi però segna nel derby, il suo nome insieme allo speaker lo ripeterete tutti".

Scherzi a parte, il Torino aveva bisogno di rinforzarsi in difesa e dopo aver monitorato a lungo il milanista Gabriel Paletta, ha voluto portare a compimento questa operazione di calciomercato.

I granata sono peraltro reduci da un positiva amichevole vinta 2-1 a Friburgo, anche se Mihajlovic ha dichiarato che si aspettava di più da parte della propria squadra.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Fonte interna www.we-news.com.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto dal Direttore Responsabile Mauro Suma

Articolo scritto dal Direttore Responsabile Mauro Suma

Log in to comment