Sagnol nuovo allenatore del Bayern, via Ancelotti!
Sagnol nuovo allenatore del Bayern, via Ancelotti! 

In queste ore Vincenzo Pincolini, storico preparatore atletico rossoneri degli anni '80 con Sacchi, ha detto che al Milan c'è aria malefica. Sarà...ma forse c'è di peggio...Sembra che siano state le faide dirigenziali fra Rummenigge e Hoeness, ma anche le alleanze di spogliatoio guidate da Ribery e Robben a determinare l'esonero di Carlo Ancelotti. Proprio così, Carletto Ancelotti non è più l'allenatore del Bayern Monaco. Esonerato con effetto immediato. I campioni di Germania hanno un nuovo allenatore, Willy Sagnol. Dopo aver vinto campionati su campionati a Londra, Parigi, Madrid e nella stessa Monaco, Carlo Ancelotti non proseguirà la sua stagione in Baviera.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Perchè questa fretta? Cosa è successo di così clamoroso in un Bayern di fine ciclo? Quella bavarese è una squadra anziana ma Ancelotti avrebbe saputo rimetterla in moto e riportarla a regime.

E invece no: il Bayern Monaco, vincitore della Supercoppa tedesca ad Agosto contro il Borussia e terzo in Campionato a tre punti dallo stesso Borussia Dortmund, ha deciso di esonerare il tecnico che nella scorsa Champions League era stato eliminato nei Quarti di finale ma con tanti episodi arbitrali negativi e comunque dal Real Madrid campione d'Europa per la seconda volta.

Parigi amara per Ancelotti, è stata infatti decisiva la sconfitta per 3-0 di ieri sul campo del Paris Saint Germain.

E proprio con gli sceicchi del Paris, il 58enne tecnico emiliano si era lasciato anche in maniera brusca nella primavera del 2013 quando il Real Madrid, da cui Ancelotti voleva assolutamente andare, dovette trovare un accordo economico con il presidente Al Khelaifi per poter annunciare il proprio nuovo allenatore.

Parigi è però arrivata ("Una sconfitta che avrà conseguenze", la dichiarazione del Bayern di ieri a Parigi) per Ancelotti dopo tante sconfitte estive e dopo un avvio di Campionato contradditorio.

In Bundesliga, la squadra bavarese era partita con due vittorie prima di inciampare nella sconfitta sul campo dell'Hoffenheim, poi alte due vittorie e il pareggio casalingo con il Wolfsburg, cui ha fatto seguito lo 0-3 parigino.

Scelto da Karl Heinz Rummenigge, il buon Carletto era entrato anche suo malgrado nelle lotte di potere interne al Bayern Monaco.

Come spesso accade quando ci sono squadra con tanti fuoriclasse anziani che diventano sempre meno malleabili man mano che si avvicina la fine della carriera, Carletto ha finito per pagare anche i rapporti non eccezionali con Ribery e Robben.

E adesso?

Chi non ama Ventura, vorrebbe subito Carletto Ancelotti alla guida della Nazionale italiana, anche se gli azzurri devono ancora qualificarsi ufficialmente per i playoff mentre allo stesso Ct in carica è stato prolungato il contratto.

C'è poi il discorso del Milan, allenato da Montella, un tecnico del quale Ancelotti è molto amico tanto che lo chiama con affetto "Vincenzino".

I tifosi rossoneri sono ancora legatissimi all'amato Carletto, ma va ricordato che i ritorni, anche fra gli allenatori, non hanno mai funzionato al Milan che pure aveva provato a riportarlo a Milanello nell'estate del 2015 prima di andare poi su Sinisa Mihajlovic.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Fonte interna www.we-news.com.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment