Le 36 candeline
Le 36 candeline "multicolori" di Zlatan Ibrahimovic. 

La giornata di Zlatan Ibrahimovic, la giornata del suo compleanno numero 36, è iniziata all'insegna del bypartisan. "Un vero leader", gli ha fatto gli auguri il Milan. "Ibracadabra", gli ha fatto gli auguri l'Inter. E la Juventus? Niente, sul suo profilo twitter solo la rubrica storica "Goal of the day", con le immagini di una rete di Antonio Conte. La corsa alla dolcezza per il compleanno di Ibrahimovic, uomo ruvido e spigoloso, è stata sorprendente. Sarà per la solidarietà rispetto al grave infortunio di cui è ancora vittima...Un fatto è certo il guanto di sfida, con gli auguri di buon compleanno a Ibra, lo ha lanciato l'Inter nei confronti del Milan. Perchè? Scopriamolo insieme...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Zlatan Ibrahimovic è stato alla Juventus due anni, dal 2004 al 2006, e con i tifosi bianconeri si è lasciato tutt'altro che bene...non ha voluto andare con loro in Serie B e questo agli juventini duri e puri non è piaciuto.

Oggi, nel giorno del 36esimo compleanno del formidabile attaccante svedese, sui canali ufficiali bianconeri, anche social, non c'è stato un ricordo in onore del compleanno di quello che resta comunque un ex.

Il Milan è stato fra i primi, con dovizia di immagini e di frasi ad effetto, a fargli gli auguri, ma è abbastanza comprensibile perchè contrariamente a quanto accaduto con Juventus e Inter, da Milanello Ibra non avrebbe voluto andar via.

E il Milan è stato anche l'unico Club nel quale ha per qualche attimo pensato di tornare a intervalli regolari, negli ultimi anni: ancora oggi i tifosi rossoneri lo rimpiangono.

Le parole più dolci nei confronti dei suoi trascorsi italiani, nelle interviste rievocative, Ibra le ha storicamente riservate proprio al Milan che oggi lo ha salutato come un "vero leader".

Anche con l'Inter e i suoi tifosi, un po' come era accaduto a Torino, non si era lasciato bene ed è proprio questo il punto...

I gestacci fatti alla Curva nerazzurra durante un Inter-Lazio della primavera del 2009, il fallo su Materazzi in un derby del 2010 giocato e vinto con la maglia del Milan dopo aver segnato il gol decisivo su rigore zittendo sempre la Curva Nord di San Siro.

Tutti questi episodi sembravano aver incrinato definitivamente il feeling con il mondo nerazzurro dello svedese che aveva indossato la maglia interista dal 2006 al 2009 vincendo tre Scudetti consecutivi.

Oggi invece l'Inter ha detto no, basta, Ibra, che nel corso degli anni è stato anche a Parigi con Ancelotti, non può essere un giocatore rievocato storicamente solo dal Milan.

E' stato qui da noi, ha segnato e vinto con noi, ecco allora i pallini nero e azzurro sul profilo twitter dell'Inter accompagnati dall'immagine di un gol  segnato ai rossoneri in  un derby in maglia nerazzurra nell'Ottobre 2006.

Auguri "Ibracadabra", così lo ha ricordato l'Inter che, contrariamente alla Juve, ha voluto riappropriarsi dei precedenti dello Svedese proprio nel giorno del suo compleanno.

Il derby di andata di Campionato Inter-Milan si giocherà il 15 Ottobre, quelle sulle candeline per l'attuale bomber convalescente del Manchester United sono le prime avvisaglie della stracittadina?

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Fonte interna www.we-news.com.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment