Il canale della Juventus offende l'Inter alla vigilia della partitissima
Il canale della Juventus offende l'Inter alla vigilia della partitissima. 

Sandro Pellò, presidente di Comunicazione bianconera, ha deciso di scusarsi con un video per i toni usati contro l’Inter, alla vigilia della sfida al vertice del campionato in programma sabato sera all'Allianz Stadium di Torino. Cos'era successo? “Io sogno di asfaltarli, cancellarli dal pianeta, togliere loro ogni piccolo barlume, desiderio, speranza di essere una squadra normale. Devono stare nelle fogne dove sono stati negli ultimi anni, nei tombini nascosti al buio”, aveva detto ieri intervenendo a Juve Tv, canale ufficiale bianconero. La vicenda ha generato una montagna di reazioni sui social network e quasi sicuramente se ne occuperà anche Luciano Spalletti nella conferenza stampa della vigilia.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

"Io sogno di asfaltarli, cancellarli dal pianeta, togliere loro ogni piccolo barlume, desiderio, speranza di essere una squadra normale. Devono stare nelle fogne dove sono stati negli ultimi anni, nei tombini nascosti al buio".

Con queste parole, sul canale ufficiale della Juventus, il presidente di Comunicazione bianconera, Sandro Pellò, si è espresso sulla sfida tra Juve e Inter di sabato sera.

Tutto è avvenuto alla presenza del direttore del canale, Claudio Zuliani.

Il sito FcInter1908.it ha chiosato: "Zuliani invece di invitare Pellò ad utilizzare toni più moderati rideva compiaciuto. Chapeau".

Sono parole pesanti, quelle pronunciate nel  post-partita del vittorioso, per i bianconeri, Olympiacos-Juventus che ha proiettato la squadra di Allegri agli Ottavi di finale di Champions League.

Parole che hanno indignato, e non poco, i tifosi nerazzurri, i quali hanno esternato in massa il loro disappunto sui social.

Monica Somma, conduttrice della trasmissione, è intervenuta sui social: "Molti tifosi hanno chiesto di allontanare Pellò? Ma figuriamoci, assolutamente no. È un uomo di un'intelligenza superiore, ogni tanto può avere uno scivolone su alcuni argomenti, ma parliamo di una persona che sa quello che dice e che lo sa dire bene".

La Somma aggiunge: "Potrebbe essere meno colorito su alcune cose, ma per come vivo io il calcio, in maniera più leggera, può farmi ridere". Probabilmente quelle parole possono aver dato fastidio a chi vive il calcio in maniera diversa da me. Ecco, in questo caso mi dispiace e dico che potremmo stare tutti più attenti".

Le scuse di Pellò, via video: "Mi dispiace che molti interisti e anche qualche juventino si è sentito offeso. Stavo solo cazzeggiando, anche se la parola 'fogna' effettivamente è da cancellare. Chiedo scusa a chi si è sentito offeso. Ci vediamo sabato in campo, uno vince l'altro perde: chi vince prenderà in giro l'altro".

Su Twitter, il  tifoso interista Marco Accarino: "Cazzeggiava. Nella TV ufficiale di una società conosciuta in tutto il mondo, lei, cazzeggia. Chi va lì pensa di essere al circolo degli amici sotto casa?".

Alessandro Scoglio, tifoso interista: "Per la serie i bambini ci osservano e imparano: niente ma proprio niente da costui".

MaxVanHorton, tifoso juventino verso Sandro Pellò: "Hai fatto male a scusarti. Si vedeva che lo dicevi in modo scherzoso"; lo stesso DavideG, tifoso juventino a sua volta verso Sandro Pellò: "Tutti moralizzatori...che penosi...la forma non è stata delle più eleganti, ma sei uno di noi!".

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Juve Tv nella bufera: “L’Inter deve stare nelle fogne”, news.superscommesse.it, 6 Dicembre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment