Andrea Pirlo e il 21 maggio: titosi interisti e milanisti non entusiasti
Andrea Pirlo e il 21 maggio: titosi interisti e milanisti non entusiasti. 

Tutti pensavano che avrebbe dato l'addio al calcio a Torino. La Juventus è diventata, alla resa dei conti, la squadra per eccellenza della sua carriera, quella nella quale i tifosi hanno amato di più Andrea Pirlo. E invece Milano, San Siro, 21 Maggio prossimo. Ventuno, come il numero di maglia per definizione della sua carriera. Ma non è quello il problema. Il  punto è San Siro, lo stadio di Milan e Inter. Nella settimana che ha preceduto la storica disfatta nerazzurra del 5 Maggio 2002, in conferenza stampa a Milanello proprio Pirlo si era augurato che l'Inter potesse perdere lo scudetto all'ultima giornata...Mentre negli ultimi anni i tifosi rossoneri, a torto o a ragione, si sono spesso sentiti traditi dallo stesso Pirlo.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Era Andrea Pirlo, all'inizio dell'era dei dissidi societari in casa rossonera, a raccontare al proprio nuovo spogliatoio quello della Juventus, che bisognava tener duro nella lotta Scudetto perchè il Milan aveva problemi interni...

E lo Scudetto era quello 2011-2012, quello polemico e contrastato del gol di Muntari non visto e non convalidato in Milan-Juventus a San Siro...

E' sempre stato Andrea Pirlo a sfotticchiare il Milan, sulle pagine della propria biografia, per la penna che gli era stata data in omaggio nel Maggio 2011 prima di andare a firmare a Torino con la Juventus.

E sono sempre di Pirlo le dichiarazioni, in base alle quali avrebbe tifato Juventus in occasione della finale di Supercoppa di Lega a Doha, sempre fra Milan e Juventus,  nel dicembre 2016...

Alla luce di tutto questo i tifosi del Milan sgomiteranno per comperare i biglietti della partita di addio al calcio di Andrea Pirlo il prossimo 21 Maggio a San Siro?

Nella migliore delle ipotesi no, nella peggiore potrebbe addirittura esserci qualche fischio, che apparirebbe comunque non sportivo  rispetto ad un grandissimo interprete del gioco del calcio.

Sul proprio evento, sul proprio tributo, lo stesso Pirlo ha dichiarato: "Mi piacerebbe che fosse un appuntamento piacevole, divertente e che attiri molti appassionati e le loro famiglie".

Le altre sue dichiarazioni: "Ci sarà anche Buffon? Se Gigi vorrà festeggiare e lasciare l'attività con me condividerò con lui volentieri l'evento, ma credo che di fronte a sé abbia ancora 3 o 4 mesi davanti per decidere cosa vorrà fare in futuro".

Non solo: "Di sicuro verranno quasi tutti i miei ex compagni che ho invitato. Ho scelto San Siro perché Milano è la città in cui ho giocato più anni e anche per motivi logistici, visto che è più comodo per chi verrà dall'estero".

Quindi non una scelta di affetto o di cuore, ma organizzativa.

Dal momento che Andrea Pirlo è sempre stato molto stimato negli spogliatoi delle squadre in cui ha giocato, ci saranno grandi campioni di Milan, Juventus e Inter ad omaggiarlo.

Basterà tutto questo ad attirare pubblico, a pacificare gli animi e a far venire allo stadio quelle famiglie cui si è rivolto proprio Pirlo nelle sue dichiarazioni?

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Fonte interna www.we-news.com.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment