Insigne-gol a Napoli con il rimpianto mondiale di San Siro
Insigne-gol a Napoli con il rimpianto mondiale di San Siro. 

Quando, dopo il prolungato esame della Var, è stato convalidato il primo gol del Napoli contro il Milan, sono stati in molti ad averci pensato. Insigne ha segnato dopo essere stato lanciato in contropiede da Jorginho. Insigne che non c'era a San Siro contro la Svezia nella gara del drammone nazionale dell'esclusione dai Mondiali. Jorginho invece c'era, ma non aveva un Insigne da lanciare. Discorsi, sensazioni e dissolvenze che sono passate in controluce nel sabato italiano che ha provato a riconciliare gli sportivi con il pallone, grazie al derby di Roma e alla sfida del San Paolo fra partenopei e rossoneri. Entrambe le partite terminate 2-1 per i padroni di casa, per la Roma e per il Napoli.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

La sconfitta di misura del suo Milan al San Paolo contro il Napoli era ancora fresca, quando Leonardo Bonucci ha pronunciato le sue prime parole dopo l'eliminazione azzurra dai Mondiali.

Ha detto Bonucci: 'Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano. Gli altri crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere e cambiare nel calcio italiano prima del commissario tecnico".

Anche lo stesso Lorenzo Insigne, che molti "usano" contro il Ct esonerato, non è severo nei confronti di Ventura e lo ha confermato subito dopo la vittoria del suo Napoli contro il Milan: "Speriamo che il prossimo Ct ci insegni tanto come ha fatto Ventura, anche se non siamo andati al Mondiale dobbiamo ringraziarlo perché ci ha messo impegno fino alla fine".

Ha continuato Insigne: Ci sta che non giochi, l'allenatore fa delle scelte, con quella maglia addosso si accettano tutte le scelte. In Italia ci sono tanti ragazzi forti tecnicamente. Il mondiale senza l'Italia non è possibile, però è successo. Dispiace che non ci siamo qualificati".

A proposito di Insigne, il suo gol contro il Milan è stato convalidato con la Var.

Alcuni esperti di casistica arbitrale, sostengono che in assenza di certezze sulla sua posizione la rete fosse da annullare.

Il sabato di Roma-Lazio 2-1 e di Napoli-Milan 2-1 era iniziato in maniera molto forte per chi non si è ancora fatto una ragione dell'assenza dell'Italia dai prossimi Mondiali.

Il presidente della FIGC Carlo Tavecchio ha infatti rotto il silenzio dopo la mancata qualificazione della Nazionale Italiana ai Mondiali 2018.

Ai microfoni della Iena Nicolò De Devitiis, Tavecchio ha rilasciato clamorose dichiarazioni. "La debacle è tecnica, la colpa? La scelta sbagliata della formazione", eh già: loro alti alti e noi con i piccoletti come Insigne in panchina...

Ha continuato Tavecchio: "Abbiamo giocato male. Sono quattro giorni che non dormo".

Il servizio è il pezzo forte de "Le Iene Show", domenica 19 novembre, in prime-time su Italia 1.

Che le lacrime di Tavecchio viste nell'anticipazione siano anche dovute al fatto che il sostegno della Lega di Serie C sia in pericolo e che quindi lui possa vedersi costretto a dare le dimissioni?

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Fonte interna www.we-news.com.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment