95^ edizione del Giro D'Italia 2012La 20esima tappa del Giro D'Italia era sicuramente la più affascinante e la più temuta, con le due tremende salite del Mortirolo e dello Stelvio, dov'era posto il traguardo a 2757 metri d'altezza.

L'impresa del giorno l'ha compiuta un corridore fiammingo di 25 anni, De Gendt, che ha trionfato sulla Cima Coppi staccando tutti i grandi specialisti della montagna.

Il Belgio è sempre stato, tradizionalmente, generosa terra di velocisti, non certo di scalatori, eppure questo ragazzo ha messo in fila dietro a sè gente come la maglia rosa Rodriguez, Scarponi, Basso, Hesjedal, i grandi favoriti per la vittoria finale.

De Gendt, che fino a ieri era ottavo in classifica generale con 5' e 40" dalla maglia rosa, è partito da lontano, sul Mortirolo, da solo, una vera e propria "pazzia" ciclistica: eppure, zitto zitto prima fa registrare il miglior tempo assoluto della scalata accumulando un vantaggio tale da farlo diventare maglia rosa "virtuale", poi ha continuato col suo passo anche sullo Stelvio, coronando una giornata trionfale.

Là dietro, i big, si davano battaglia: era soprattutto Scarponi a continuare ad attaccare nel tentativo di staccare Rodriguez: era l'ultimo tentativo per il corridore marchigiano della Lampre di portarsi a casa questo Giro D'Italia.

E' partito a 2 chilometri e mezzo dalla vetta ma ha pagato lo sforzo, abbandonando così i sogni di gloria di un successo.

La corsa si deciderà oggi in un appassionante finale a Milano: cronometro individuale di 30 chilometri.

 

La maglia rosa Rodriguez dovrà difendere un minimo vantaggio di 31 secondi dal canadese Hesjedal, che, a questo punto, diventa il vero favorito di questo Giro d'Italia: ma attenzione a De Gendt staccato di 2' e 18'', in quanto il belga è un ottimo specialista nelle corse contro il tempo.

Un finale meraviglioso per un'appassionante corsa, incerta fino alla fine.

Written by Pier Luigi Crivelli modificated by Manager_Igor Scarabel

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment