gran premio di monaco, vettel sempre più in testaVettel si è aggiudicato il Gran premio di Monaco, e dietro al sorriso del pilota della Red Bull che ha ritovato il gradino più alto del podio, c'è quello di Alonso, contento nonostante tutto perchè al colpaccio aveva creduto, e che deve ringraziare solo a metà le bandiere rosse per i due incidenti: la prima, per l'incidente di Massa lo aiuta, ma la seconsa lo penalizza.

Chi ha un diavolo per capello è l'altro pilota della Ferrari, Felipe Massa che senza peli sulla lingua dice chiaramente che "Sono molto deluso per il modo in cui mia gara è finita, dopo che Hamilton aveva cercato di passarmi al tornantino del Loews.

Quel punto è impossibile, non c'è spazio per superare: invece lui mi ha colpito la fiancata e mi spingeva verso l'esterno, distruggendo alcuni particolari aerodinamici.

A quel punto, la vettura non era più in assetto e io non potevo guidarla correttamente, motivo per cui una volta all'interno del tunnel sono finito sullo sporco e sono andato a sbattere contro il guard-rail.

Spero che Hamilton sia punito più severamente, perché deve capire che certe manovre non si fanno".

Ma se Massa è furioso, lo è anche Lewis Hamilton, arrivato sesto, che trova profondamente ingiusta la penalizzazione inflittagli dai giudici di gara per l'incidente con Massa, senza contare che nel prossimo gran premio potrebbe subire un'altra penalizzazione.

Infatti i giudici stanno vagliando la sua responsabilità anche sul secondo incidente, quello che ha coinvolto Maldonado. Hamilton non ci sta e ai microfoni ha detto "Si tratta di uno scherzo, di una barzelletta.

Si sa che non puoi sorpassare qui.

Molto, molto raramente si ottiene una opportunità.

Ero un bel po' più veloce di Massa, sono entrato al tornantino più veloce di lui, l'ho infilato, il brasiliano mi ha resistito stupito della mossa, così ho provato ad andare sul marciapiede per evitarlo e ci siamo incastrati.

Ha danneggiato la sua vettura e poco dopo ha sbattuto nel tunnel, ritirandosi.

Nel caso di Maldonado si può vedere dalle riprese come gli fossi dentro di mezza macchina, ha chiuso troppo presto per farmi rinunciare al sorpasso e si è schiantato contro di me.

Queste accuse sono ridicole, questi piloti sono ridicoli.

Massa mi rallenta in prova e penalizzano me, lo fa in gara e penalizzano me...

E' stupido".

Hamilton non puà sottrarsi all'inevitabile spiegazione che gli viene chiesta sul perchè ha subito così tante sanzioni, e risponde ironizzando "Forse è perché sono nero, è quello che il comico Ali G dice sempre! Io non lo so.

Non penso sia in discussione la fiducia in me come pilota.

Penso che lo sport sia spettacolo, la gente vuole vedere la mia grinta, vogliono vedere sorpassi e io sono uno di quelli che cerca di sorpassare, cercando di fare spettacolo.

Per il fair play se davvero mi sento colpevole di aver buttato fuori qualcuno non ho problemi ad ammetterlo, ma non è questo il caso".

Vero o no  Hamilton crede ancora che la sua Mclaren abbia ancora qualcosa da dire in questo mondiale di Formula uno, e conclude dicendo "I giochi non sono ancora finiti e se non avrò penalità, potrò anch'io lottare per le prime posizioni".

 

Alonso in conferenza stampa post-gara snocciola la strategia che avrebbe attuato in fondo alla gara, riguardo a Vettel, "Penso che avesse qualche problema in più di noi con le sue gomme in dieci giri della gara, abbiamo avuto un'ottima gestione dei pneumatici quando sono rientrato in pista dopo il secondo pit-stop perché sapevo che alla fine della gara sarebbe giunto il momento per noi di attaccare.

Ma in questi ultimi dieci giri non ho potuto farlo perché abbiamo avuto la bandiera rossa e la Safety Car".

Alonso avrebbe voluto poter rischiare qualcosa di più certo che Vettel, da leader della classifica del Mondiale di Formula Uno, avrebbe alzato il piede dall'acceleratore se necessario.

Dopo il Gran premio di Monaco, la CLASSIFICA PILOTI F1 2011:
1 S. Vettel143 punti; 2 L. Hamilton 85; 3 M. Webber 79; 4 J. Button 76; 5 F. Alonso 69; 6 N. Hedifeld 29; 7 N. Rosberg 26; 8 F. Massa 24; 9 V. Petrov 21; 10 K. Kobayashi 19; 11 M. Schumacher 14; 12 A. Sutil 8; 13 S. Buemi 7; 14 S. Perez 2; 15 R. Barrichello 2; 16 P. Di Resta 2.
CLASSIFICA COSTRUTTORI
1 Red Bull 222 punti; 2 McLaren 161; 3 Ferrari 93; 4 Renault 50; 5 Mercedes 40; 6 Sauber 21; 7 Force India 10; 8 Toro Rosso 7; 9 Williams 2.