formula 1 Da molti è stato rinominato come il Mondiale del riscatto per la Ferrari e Fernando Alonso lo apre prendendosi la prima grande rivincita del Mondiale di Formula 1 2013, arrivando davanti a Sebastian Vettel. Surclassata nelle qualifiche a livello di velocità pura, la Ferrari è, però, andata alla riscossa durante la gara del Gran Premio d'Australia 2013, ottenendo un passo decisamente superiore anche alla Red Bull di Vettel, il giovane pluri campione del mondo in carica.

Il resto lo ha fatto il solito Fernando Alonso, che riparte dunque sulla scia dell'ottimo finale dello scorso mondiale di Formula 1; peccato, però, che tutti fossero programmati su tre fermate per i cambi gomme, meno che il finlandese Kimi Raikkonen, bravissimo ad amministrare una Lotus che conserva le gomme meglio di tutte le altre monoposto di Formula 1. Così Kimi Raikkonen ha sbancato il Gran Premio d'Australia, aprendo con una vittoria il nuovo mondiale di Formula 1 dopo quella dello scorso anno ottenuta ad Abu Dhabi. Per Fernando Alonso, finito dunque al secondo posto davanti a Sebastian Vettel, c'è stato anche il rischio di un doppiaggio su Pic, pilota della Caterham, nel tentativo di colmare il divario che lo separava da Kimi Raikkonen. Dietro al tedesco Sebastian Vettel, il ferrarista Felipe Massa ha conquistato un ottimo secondo posto: il brasiliano era riuscito a scattare al via meglio di Fernando Alonso, ma ha pagato la seconda sosta ai box, durante la quale è stato scavalcato sia dal compagno di squadra che da Sebastian Vettel. Al quinto posto s'è classificato, invece, il britannico Lewis Hamilton, alla prima gara sulla sua nuova vettura, la Mercedes; sesto posto, invece, per la seconda guida della Red Bull, l'australiano Mark Webber.

Decisive, dunque, sono state le gomme in questo Gran Premio di Australia, prima prova del Mondiale di Formula 1 2013: Kimi Raikkonen è stato l'unico ad effettuare due soste, dimostrando perciò che sulla Lotus gli pneumatici si degradano di meno (almeno stanotte) e riuscendo a stare davanti a tutte le altre monoposto della gara. Intervistato a fine gara, Kimi Raikkonen ha naturalmente mantenuto un basso profilo, dimostrando di aver vinto solo la prima gara e la strada verso il titolo mondiale 2013 è naturalmente lunghissima e complicata. La gara è stata emozionante fin dall'inizio, da quando cioè Alonso ha superato Hamilton con una grande manovra, ripetuta poi nel corso del Gran Premio. Le Red Bull hanno dimostrato ancora una volta di essere competitive: Mark Webber ha pagato una partenza da tartaruga, mentre il campione del mondo in carica, Sebastian Vettel, ha perso la seconda posizione solo per l'ottimo lavoro dei meccanici della Ferrari, che durante la seconda sosta ai box di Alonso, hanno permesso al ferrarista di mettersi in scia di Kimi Raikkonen che comunque è riuscito a vincere con un buon vantaggio. Nota di merito anche le Force India che hanno piazzato Sutil al settimo posto e Di Resta all'ottavo. Rimandate, invece, le McLaren che conquistano un solo punto con Jenson Button, mentre il neo acquisto Perez si fa scavalcare da Grosjean e termina quindi all'undicesimo posto, senza punti.

Scritto da LUCA PETRELLA

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.


Vuoi "Guadagnare Online Commentando gli Articoli di altri autori"??? Inizia da questa News!!!

1) Registrati gratuitamente; 2) Effettua il Login; 3) Commenta l'articolo con almeno 120 parole ... Vuoi sapere di più? Leggi le "FAQ". 

ATTENZIONE: NO SPAM, NO link verso altri siti web, NO a volgarità, diffamazione, razzismo, pornografia, pedofilia, gioco d'azzardo, alcool, fumo, etc.. I trasgressori verranno BANNATI A VITA!

Hai trovato un errore o una disattenzione?! Non scrivere un commento qui sotto, MA comunicacelo direttamente su Contatti Redazionali