Immagine Biaggi, campione S.K.B.

Max Biaggi cade durante la ricerca della superpole, nelle ultime cadute libere dove aveva combattuto bene con Carlos Checa cadendo e rimediando una frattura all’astragalo.

Nonostante l'infortunio il cinque volte iridato ha preso il via per la superpole sotto la pioggia che ha iniziato a cadere proprio al via delle sessioni decisive per la griglia.

Max ha passato agevolmente la prima sessione ma proprio alla fine del tempo ha rotto il motore della sua RSV4, dovendo, di conseguenza usare la stessa moto con cui era caduto nelle libere, rimettendola a tempo di record.

 

Tuttavia il dolore non gli ha permesso di rendere al meglio e chiude con il settimo tempo per cui è dovuto partire in seconda fila.

Stranamente sulla riviera adriatica romagnola cade un temporale che porta a disagio alle moto e scompiglia un po’ le posizioni.

La pole position è colta da un inaspettato Sykes su Kawasaki.

 

Checa rimane il favorito sia per il tempo che si preannuncia oggi per la gara un tempo bello, sia perché in ogni caso è riuscito a rimanere in prima fila, anche dopo che è caduto nelle prime fasi delle prove.

Al terzo si piazza Jacob Smrz su Ducati; quarto è Melandri che chiude così la prima fila. In seconda file vi sono Haslam, quinto, Corser, sesto, settimo Biaggi.

Ottavo Giuntoli a chiudere la seconda fila.

 

A seguire vi sono Ayrton Badovini, Laverty su Yamaha e rea su Honda, Lascorz ed ultimo Michel Fabrizio.

Quattordicesimo Maxime Berger davanti a Ruben Xaus e Leon Camier; più indietro Nori Haga, vicino a Matteo Baiocco e Lorenzo Lanzi.

A finire Rolfo, Vermuelen, Aitchison e Alex Polita, campione italiano in carica.

 

Vince Carlos Checa e fa otto vittorie in questa stagione, la tredicesima della stagione.

Nella prima gara Biaggi era salito subito al comando ma Checa ha fatto presto a ricuperare e prima della metà della gara ha compiuto il sorpasso.

Primo podio: Checa, Biaggi, Melandri ( ma a 18 secondi).

 

In gara 2 si sono fermati al decimo dei 24 giri perché Melandri cade scivolando sull’olio: la corsa riparte poco dopo, ma Melandri non può essere in gara in quanto non è riuscito a portare la moto in partenza nei 5 minuti regolamentari.

Quando si riparte, Biaggi è primo, ma Checa lo supera quando Biaggi commette un errore. Mancano 14 gare.

Checa ha un vantaggio su Biaggi (245 a 173) e su Melandri (150 punti).

Domenica c’è il Gran Premio di Spagna e Biaggi può continuare la rincorsa.

Written by Mario Lombardi modificated by Manager_Igor Scarabel

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment