MONDIALI NUOTO 2011E' proprio vero che si tratta della malattia del secolo, era stato previsto dai psicologi e psichiatri ma in acqua in una gara di nuoto può essere pericoloso, dopo Federica Pellegrini anche Giorgia Consiglio colpita da un attacco di panico durante la 10 Km ai mondiali di nuoto 2011; parliamone.

 

Ogni tanto è giusto anche parlare di situazioni che sportive non sono ma che hanno a che fare anche con grandi atleti dello sport e in questo caso del nuoto, non solo comuni mortali dunque.

Conosciuto come DAP nella sigla inglese, attacco di panico in lingua italiana, purtroppo stavolta è toccato alla nuotatrice di fondo italiana, Giorgia Consiglio, proprio mentre gareggiava nella 10 km ai mondiali di nuoto 2011 giapponesi.

E' successo qualche giorno fa, Giorgia Consiglio soffre di una lieve forma d'asma, una movimento forse brusco le ha provocato una leggera difficoltà respiratoria, ma è la paura a fare il resto e a farle scatenare un attacco di panico.

In quei momenti, come racconta la stessa Consiglio, la paura ti blocca la respirazione e le gambe ti si irrigidiscono, certamente se ti capita in acqua e con lo stress addosso della gara, si ha l'impressione di morire e non puoi far altro che chiedere aiuto.

Così la nuotatrice azzurra Giorgia Consiglio, purtroppo in questi mondiali di nuoto, porterà il ricordo e il terrore di momenti di panico che nulla hanno a che fare con la gara o con l'asma.

Nessun allarme, ci vuole uno psicologo che spieghi cosa sia un attacco di panico e perchè si può manifestare, si deve capirla e accettare, è necessario l'aiuto di uno specialista, anche per capire se sono semplici attacchi episodici o la patologia del disturbo di panico sicuramente più delicata.

Non sono un dottore, meglio precisarlo, ma conosco bene la materia anche per esperienza personale, ed è più facile che capiti a persone che soffrono d'ansia o che sono spesso sotto stress, ma non continuo perchè non è questa la sede per parlare di ciò.

Ricordo che nel 2009 successe anche alla grande Federica Pellegrini, sulla distanza degli 800 metri se non erro, pur imparando a conoscerlo e a gestirlo, nel 2010 le è capitato ancora.

Anche calciatori e altri atleti hanno sofferto di questi episodi di panico, ricordiamo anche Casey Stoner noto campione pilota della MotoGP, addirittura dovette fermarsi anche perchè all'attacco di panico si era accompagnata una leggera depressione.

Giorgia può e deve ritornare a nuotare come ha fatto la Pellegrini e anche altri atleti, purtroppo questo "male oscuro" colpisce sempre più persone in una società moderna sottoposta oltremodo allo stress quotidiano.

Intanto in bocca al lupo a tutti gli atleti italiani per il proseguimento dei mondiali di nuoto 2011 del Giappone.

Carmine Orlando

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.