Nuoto: Efimova positiva al meldonium Dopo il caso della Sharapova che tuttora tiene banco, la federazione sportiva russa deve affrontare un nuovo caso di doping, infatti una delle sue campionesse migliori, la ranista Yulia Efimova è risultata positiva al meldonium, la stessa sostanza che ha messo nei guai la campionessa di tennis. A rendere nota questa notizia che ha sconvolto nuovamente il mondo dello sport è stata riportata da SportExpress ed è stata poi confermata dai media russi. La notizia ha del clamoroso in quanto la campionessa di nuoto è recidiva, infatti già una volta è risultata positiva a degli anabolizzanti. Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

In questi giorni lo sport russo è stato sconvolto da un'altra clamorosa notizia dopo quella della positività di Maria Sharapova, infatti anche la 4 volte campionessa di nuoto nello stile rana Yulia Efimova è risultata positiva al meldonium( farmaco anti-ischemico, prodotto e venduto nei paesi dell'est europa e dichiarato illegale dalla Wada a partire dal 1° Gennaio 2016), la stessa sostanza di cui è stata vittima la Sharapova.

Il campione che è risultato positivo è stato prelevato in un controllo effettuato lontano dalle gare.

La notizia ha del clamoroso in quanto per la Efimova non si tratta della prima volta, infatti già nel 2014 è risultata positiva ad un controllo per l'uso di un anabolizzante, per il quale è anche stata squalificata per 2 anni, salvo poi uno sconto che gliel'ha ridotta a 16 mesi, permettendole così di partecipare ai mondiali di Kazan, dove ha vinto un oro ed un bronzo.

La nuotatrice russa è dunque recidiva e sta rischiando a questo punto la squalifica a vita che metterebbe la parola fine sulla sua luminosa carriera.

Questo farmaco sta facendo molte vittime nel mondo dello sport russo che ha già subito la squalifica in blocco della squadra di atletica da parte della federazione internazionale.

La notizia della positività della Efimova ha scomodato persino il capo di stato russo Putin che ha criticato aspramente i membri delle istituzioni sportive sovietiche per non aver vigilato con attenzione la situazione nel momento in cui il suddetto farmaco è diventato proibito.

La notizia tuttavia non è ancora stata confermata, ma se dovesse esserlo sarebbe un altro duro colpo per tutto lo sport russo, che perderebbe un altro dei suoi atleti di punta in vista dell'appuntamento dei Giochi Olimpici di Rio.

Molti colleghi sono contro la campionessa, prima fra tutti la sua storica rivale, la lituana Ruuta Meilutyte che già in passato si era lamentata con la federazione internazionale nuoto, poichè nutriva dubbi sull'onesta della campionessa russa, cosa che ha ribadito quest'estate durante i mondiali russi di Kazan, quando si è lamentata di un confronto impari, visto che la Efimova partecipava grazie alla riduzione della precedente squalifica.

Anche il nuotatore italiano Filippo Magnini si è mostrato indignato da questo ennesimo caso di doping, e lo ha fatto attraverso il noto social network Twitter dove si è limitato a scrivere che schifo, ripetendolo più volte.

Anche la giornalista Lia Capizzi ha espresso il suo sdegno su Twitter augurandosi la squalifica aa vita per la nuotatrice russa visto la sua recidività.

Siamo sicuri che si continuerà ancora a parlare di questo caso, non solo per il fatto che la Efimova è recidiva, ma anche perchè appare alquanto singolare che nessuno della federazione russa riesca a mettere fine al fenomeno meldonium che sembra essere incontrollabile.

Appare ovvio che bisogna fare qualcosa anche per tutelare la salute di questi atleti che lo assumono non per reale necessità, ma semplicemente per aumentare le loro prestazioni, in quanto prendere un farmaco del genere senza avere nessun problema particolare di salute è molto pericoloso, in quanto si può andare incontro ad effetti collaterali molto gravi che potrebbero condurre addirittura alla morte.

É dunque questo un fenomeno che bisogna arginare al più presto possibile, educando gli atleti sui rischi che corrono ogni volta che assumono un farmaco.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.